Vini d’Italia / Calabria


Cirò

Rosso; Rosato; Bianco.
Rosso di colore rubino; profumo vinoso, sapore caldo e armonico. Rosato di colore rosato su fondo aranciato; profumo vinoso, sapore caldo e armonico.
Bianco di colore paglierino; profumo aromatico, caratteristico, gusto caratteristico, armonico. Grad. 13,5° per il rosso e il rosato e 12° per il bianco. Per il rosso sono previste le qualifiche “Riserva” se il vino sopporta un invecchiamento di almeno 3 anni, previsto anche il tipo “Superiore” e il tipo “Classico” se le uve vengono prodotte nei territori di Cirò e Cirò Marina.
La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Catanzaro.
Vitigni: per il rosso e il rosato per almeno il 95% Gaglioppo e per un massimo del 5% Trebbiano toscano e Greco bianco; per il bianco per un minimo di 90% Greco bianco e per un massimo del 10% Trebbiano toscano.
Come servirli: eccellente il rosso – bandiera della Calabria e adatto all’invecchiamento – che si serve a 20 °C con selvaggina, arrosti di carni rosse, piatti tipici, soprattutto piccanti; stappare 2 ore prima di mescere. Il rosato si serve a 16 °C con minestre in brodo e antipasti magri. Il bianco a 10 °C con pesce,, tonno, antipasti, formaggi a pasta secca, lumache.

Donnici

Rosso; Rosato.
Colore rubino o cera-suolo, più o meno lucente; profumo vinoso; gusto asciutto. Grad. 12°. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Cosenza. Vitigni: per un minimo del 50% Gaglioppo, per il 10-20% Greco nero e per un minimo del 20% Malvasia bianca, Montonico bianco e Pecorelle da soli o unitamente. Come servirli: a 18 °C da tutto pasto e con piatti tipici locali.

Lamezia

Vino rosso di colore variabile dal rubino al cerasuolo; profumo vinoso, delicato; gusto secco. Grad. 12°. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Catanzaro.
Vitigni: per il 30-50% Nerello Mascalese e/o Nerello cappuccio; per il 25-35% Gaglioppo; per il 25-35% Greco nero e per un massimo del 5% altreuve provenienti da vitigni locali.
Come servirlo: a 18 °C con pollame, arrosti, da tutto pasto.

Melissa

Bianco; Rosso.
Il rosso di colore rosa carico con riflessi aranciati; profumo vinoso; gusto asciutto e sapido. Grad. 12,5°. Se con grad. 13° e invecchiamento di almeno 2 anni, può fregiarsi della qualifica “Superiore”.
La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Catanzaro.
Vitigni: per il 75-95% Gaglioppo e per il 5-25% Greco nero o bianco, Trebbiano toscano e Malvasia bianca. Il bianco di colore paglierino; profumo vinoso, sapore armonico, caratteristico. Grad. 11,5°.
La zona di produzione è la medesima del rosso. Vitigni: per 80-95% Trebbiano toscano e Malvasia bianca per il 5-20%.
Come servirli: il rosso a 20 °C con arrosti di carni rosse, selvaggina, cacciagione, piatti tipici locali. Stappare 2 ore prima di
servire. Il bianco a 10 °C con piatti di pesce, antipasti magri.

Pollino

Rosso; Rosato.
Colore variabile dal rosso rubino al cerasuolo; profumo caratteristico; gusto asciutto. Grad. 12°. Se con grad. 12,5° e invecchiamento di almeno 2 anni, può fregiarsi della qualifica “Superiore”.
La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Cosenza. Vitigni: per un minimo del 60% Gaglioppo, per almeno il 20% Greco nero e per un massimo del 20% Malvasia bianca, Montonico bianco e Guarnaccia bianca. Come servirli: a 18 °C con pollame nobile, carni rosse allo spiedo, piatti tipici locali; stappare almeno 1 ora prima di servire.

Savuto

Rosso; Rosato.
Colore rubino più o meno intenso oppure rosato; profumo caratteristico; gusto asciutto. Grad. 12°. Se con 12,5° e invecchiamento di almeno 2 anni, possono fregiarsi della qualifica “Superiore”.
La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Cosenza e Catanzaro. Vitigni: per il 35-45% Gaglioppo, per il 30-40% Greco nero, Nerello cappuccio, Magliocco canino e Sangiovese (da soli o unitamente), per un massimo del 25% Malvasia bianca e Pecorino.
Come servirli: a 18 °C con arrosti di carni, pollame nobile il rosso. A 12-14 “C il rosato con salumi, antipasti magri, asparagi.