Vini d’Italia / Campania



Capri

Bianco di colore paglierino; profumo caratteristico; gusto asciutto. Grad. 11°.
La zona di produzione interessa l’isola di Capri e zone vesuviane in provincia di Napoli. Vitigni: per un minimo di 80% Falanghina e Greco bianco e per un massimo del 20% Bianconella.
Rosso di colore rubino; profumo vinoso, gradevole; gusto asciutto. Grad. 11,5°.
Vitigni: per un minimo di 80% Piedirosso, per un massimo del 20% Tintora e Barbera. Come servirli: a 10 °C con piatti di pesce il bianco. A 18 °C con piatti tipici, arrosti, pollame nobile il rosso.

Greco di Tufo

variabile dal paglierino al dorato; profumo gradevole e caratteristico; sapore asciutto, armonico. E’ prevista anche la qualifica “Spumante”. Grad. 11,5%. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Avelline. Vitigni: per minimo di 85-100% Greco (Greco di Tufo) e per un massimo del 15% Coda di Volpe bianca.
Come servirlo: a 10-12 °C con pesce, formaggi locali, frittate.

Ischia

Bianco e Bianco Superiore di colore giallo paglierino brillante con riflessi dorati; profumo delicato, vinoso; gusto asciutto, armonico, di giusto corpo. Grad. 11° per il Bianco; 12° per il Superiore.
La zona di produzione si concentra nei comuni dell’isola di Ischia. Vitigni: per 65% Fórastera, per il 20% BiancoIella e per un massimo del 15% uve provenienti da altri vitigni a frutto bianco locali. Forastera (50%) e Biancolella (50%) per il Superiore.
Rosso di colore rubino brillante; profumo vinoso; sapore asciutto, piacevolmente tannico. Grad. 11,5°.
La zona di produzione è la medesima del bianco e bianco “Superiore”. Vitigni: per il 50% Guarnaccia, per il 40% Piedirosso, per il 10% Barbera. Come servirli: a 10 °C il bianco e bianco Superiore con pesce, antipasti di mare. A 18 “C il rosso con arrosti, piatti tipici locali, da tutto pasto.

Solopaca

Bianco di colore paglierino; profumo vinoso; gusto asciutto. Grad. 12°. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Benevento.
Vitigni: per il 50-70% Trebbiano toscano, per il 20-40% Malvasia di Candia (Uva Cerreto) e per un massimo del 10% Coda di Volpe bianca e altri vitigni a frutto bianco.
Rosso di color rubino; profumo caratteristico; gusto asciutto, armonico. Grad. 11,5°. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Benevento.
Vitigni: per il 45-60% Sangiovese, per il 10-20% Aglianico, per il 20-25% Piedirosso e per un massimo del 10% Sciascinoso e uve di altri vitigni a frutto rosso. Conte servirli: a 8 °C il tipo bianco con pesce, risotti, da fine pasto, piatti tipici. A 18 °C il tipo rosso con piatti tipici, arrosti, agnello, pollo, piccioni.

Taurasi

Vino rosso di colore rubino intenso, tendente al granato – con l’invecchiamento assume riflessi aranciati; profumo gradevole, intenso, caratteristico; gusto asciutto, aromatico, pieno. Grad. 12°. Prima di essere immesso al consumo il vino deve sopportare un invecchiamento obbligatorio di 3 anni, di cui 1 in botti di rovere o castagno. Se invecchiato almeno 4 anni il vino può fregiarsi della qualifica “Riserva”. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Avellino. Vitigni: per un minimo del 70% Aglianico e per un massimo del 30% Piedirosso, Sangiovese e Barbera.
Come servirlo: eccellente vino da invecchiamento, si serve a 20-22 °C stappando la bottiglia 4-5 ore prima di mescere -ottimo con selvaggina e cacciagione allo spiedo, pollame nobile, piatti piccanti tipici, agnello al forno, cinghiale, capretto.