Vini d’Italia / Emilia Romagna


Albana di Romagna D.O.CG.

Di colore paglierino tendente al giallo dorato invecchiando; profumo caratteristico; gusto secco, armonioso, appena tannico con retrogusto amarognolo nel tipo secco; amabile e fruttato nel tipo amabile; dolce e fruttato nel tipo dolce. Il tipo passito presenta un profumo intenso e un gusto vellutato più o meno dolce. Presente nei tipi “secco”, “amabile” e “dolce”, dei quali la grad. è rispettivamente 11,5°, 12° e 12°. Nel tipo “passito” il colore è giallo dorato tendente all’ambrato, mentre la grad. 15,5°.
La zona di produzione interessa diversi comuni in provincia di Forlì, Ravenna e Bologna. Vitigno: Albana. Come servirlo: a 10-12 °C il tipo secco con pesce, minestre asciutte, salumi. A 10-12 °C il tipo amabile con frutta e dessert; il tipo dolce e passito si serve con dessert.

Bianco di Scandiano

Di colore paglierino più o meno intenso. Prodotto nei tipi “Frizzante” (dolce, amabile o secco) e “Spumante” (secco, semisecco, brut). Il primo presenta un colore paglierino più o meno intenso, un gusto caratteristico e grad. 10,5°. Il secondo presenta un colore simile al primo, una spuma fine e persistente e grad. 11 °. La zona di produzione, oltre al comune omonimo, interessa alcuni comuni provincia di Reggio Emilia. Vitigni: per almeno 85% Sauvignon (Spergola) e per un massimo del 15% Malsavia di Candia e Trebbiano romagnolo. Come servirlo: i tipi secco e semisecco con antipasti, pesce, uova, formaggi locali, anche da aperitivo a 8-10 °C. Gli altri tipi da dessert.
Colli Bolognesi, Monte S. Pietro, Castelli Medioevali
D.O.C, che riunisce vini la cui denominazione è originata dal vitigno. Per tutti la zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Bologna e Modena.

Barbera

Di colore rubino intenso con riflessi violacei e gusto equilibrato. Grad. 11,5°, che diventano 12,5° nel tipo “Riserva” il quale deve sopportare un invecchiamento di almeno 3 anni. Come servirlo: vino da tavola. Il tipo riserva con arrosti di carni rosse.

Merlot

Di colore rubino con riflessi violacei, gusto secco o leggermente amabile. Grad. 11,5°. Come servirlo: a 16 °C come vino da tavola.

Riesling italico

Di colore paglierino più o meno intenso; profumo delicato, gusto secco o appena amabile. Grad. 12°.
Vitigno principale: Riesling italico per almeno 85%.
Come servirlo: a 8-10 °C con piatti di pesce a base di pesce, rane, lumache, uova.

Sauvignon

Di colore paglierino; profumo delicato, appena aromatico; gusto secco o appena abboccato. Grad. 12°. Vitigno principale: Sauvignon per almeno 85%. Come servirlo: a 8-10 °C con frutti di mare, antipasti leggeri, pesce, minestre.

Colli di Parma

D.O.C, che riunisce vini la cui denominazione è caratterizzata dal vitigno che li origina. La zona di produzione interessa alcuni territori della provincia di Parma.
Rosso
Di colore rubino; un profumo vinoso, caratteristico; gusto secco, equilibrato, appena frizzante. Grad. 11°. Vitigni principali: Barbera, Bonarda piemontese, Creatina. Come servirlo: a 16 °C come vino da tavola.

Sauvignon

Di colore paglierino con sfumature dorate; profumo caratteristico; gusto secco, armonico, con retrogusto appena amarognolo, fresco. Grad. 11,5°. Vitigno: Sauvignon.
Come servirlo: a 10 °C con piatti a base di pesce e antipasti.

Colli Piacentini

D.O.C che riunisce numerosi vini. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Piacenza.

Gutturnio

Di colore rubino intenso; profumo accentuatamente vinoso; gusto secco o amabile. Grad. 12°.
Vitigni: per il 55-70% Barbera e per il 30-45% Bonarda.
Come servirlo: vino assai conosciuto, il Gutturnio si serve a 18 °C con minestre, arrosti di carni bianche, carni di maiale e formaggi.

Monterosso Val d’Arda

Di colore paglierino con riflessi dorati; profumo caratteristico; gusto secco o amabile, frizzante. E’ prodotto anche nel tipo “Spumante”. Grad. 11 °. Vitigni: per il 30-50% Malvasia di Candia aromatica, per il 10-30% Moscato bianco, per il 25-30% Trebbiano romagnolo e Ortrugo. Come servirlo: a 8-10 °C con pesce d’acqua dolce, risotto con funghi (il tipo secco). Il tipo amabile e frizzante a 8 °C con i dessert. Il tipo spumante a 6 °C da fine pasto.

Trebbianino Val Trebbia

Di colore paglierino con riflessi dorati; profumo caratteristico; sapore secco o amabile, frizzante. Grad. 11°. Anche “Spumante”. Vitigni: per il 35-50% Ortrugo, per il 10-30% Malvasia di Candia aromatica e/o Moscato bianco, per il 15-30% Trebbiano romagnolo e/o Sauvignon; ammessi altri vitigni fino a un massimo del 15%. Come servirlo: a 8-10 “C con pesce, minestre, uova, piatti locali.

Val Nure

Bianco. Grad. 11°. Secco o amabile, frizzante, anche “Spumante”. Vitigni principali: Malvasia di Candia aromatica, Ortrugo, Trebbiano romagnolo.
Come servirle: a 10 °C il tipo secco con antipasti leggeri, pesce, frittate. Il tipo amabile con i dessert.

Lambrusco di Sorbara

Vino rosso di colore con intensità variabile dal rubino al granata con spuma abbondante e vivace che svanisce rapidamente; profumo piacevolmente vinoso, con ricordi di violetta; gusto equilibrato. Secco o amabile. Frizzante. Grad. 11°.
La zona di produzione, oltre Sorbara, interessa alcuni comuni in provincia di Modena. Vitigni: per un minimo del 60% Lambrusco di Sorbara e per un massimo del 40% Lambrusco Salamino. Come servirlo: stappare al momento di mescere accompagnandolo a zampone, salumi, minestre in brodo, bolliti misti, tortellini, tagliatelle. Vino da pronta beva, si serve a 14 °C.

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

Vino rosso di colore rubino intenso, orli violacei e spuma vivace che svanisce rapidamente; profumo vinoso; sapore sapido e armonioso. Secco o amabile. Grad. 10,5°. La zona di produzione, oltre al comune omonimo, interessa alcuni comuni in provincia di Modena.
Vitigni: per un minimo di 85% Lambrusco Grasparossa e per un massimo del 15% altri Lambruschi e Uva d’Oro. Come servirlo: vino da pronta beva, servire a 14 °C con salumi caldi, carni lessate, minestre.

Lambrusco Reggiano

Di colore variabile dal rosato al rubino vivace/ con spuma fine, ma persistente; profumo fresco, piacevolmente vinoso; gusto secco, amabile o dolce; frizzante Grad. 10,5°.
La zona di produzione interessa numerosi comuni della provincia di Reggio Emilia. Vitigni: per un minimo di 85% Lambrusco Marani, Lambrusco Salamino, Lambrusco Montericco e Lambrusco Maestri e per un massimo del 15% Ancellotta. Come servirlo: vino da pronta beva, va servito a 14 °C con salumi, bolliti, paste asciutte, minestre, pollame, formaggio parmigiano-

Lambrusco Salamino di S. Croce

Vino rosso di colore rubino più o meno lucente, con spuma vivace che svanisce rapidamente; profumo vinoso, caratte-risticamente fruttato; gusto secco o amabile; frizzante. Grad. 11°. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Modena. Vitigni: per un minimo del 90% Lambrusco Salamino e per il rimanente altri Lambruschi e Uva d’Oro. Come servirlo: da tutto pasto a 14-16 “C, in particolare con salumi e piatti tipici locali.

Sangiovese di Romagna

Vino rosso di colore rubino lucente con orli, talvolta, violacei; profumo vinoso, delicato, con ricordi di viola; sapore asciutto, armonioso, con retrogusto piacevolmente amarognolo. Grad. 11,5°. Il vino, prima di essere immesso al consumo deve sopportare una stagionatura obbligatoria fino al 1 ° aprile successivo alla vendemmia. Se stagionato fino a luglio successivo alla vendemmia e con grad. 12° il vino può fregiarsi della qualifica “Superiore”. Se invece è invecchiato per almeno 2 anni dal gennaio successivo alla vendemmia, il vino può fregiarsi della qualifica “Riserva”.
La zona di produzione interessa numerosi comuni delle province di Forlì, Ravenna e Bologna.
Vitigno: Sangiovese. Come servirlo: a 18 °C stappando la bottiglia poco prima di mescere. Ottimo da tutto pasto e in particolare con salumi e pastasciutte.

Trebbiano di Romagna

Di colore paglierino più o meno intenso; profumo piacevole, gusto secco, equilibrato. Prodotto anche come “Spumante” (“secco”, “amabile” o “dolce”). Grad. 11,5°.
La zona di produzione interessa numerosi comuni in provincia di Bologna, Forlì e Ravenna. Vitigno: Trebbiano di Romagna.
Come servirlo: vino da pronta beva si serve a 10 °C con piatti di pesce, uova, formaggi a pasta secca. Lo spumante amabile e dolce si serve a 6-8 °C con i dessert.