Vini d’Italia / Lazio


Aleatico di Gradoli

Vino rosso di colore granato; profumo mischiato, caratteristico, vinoso; sapore appena dolce, pieno e vellutato. Grad. 12°. Prodotto anche nel tipo “Liquoroso” affinamento di almeno 6 mesi e grad. 17,5°, di cui almeno 15 “svolti. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Viterbo. Vitigno: Aleatico.
Come servirlo: fresco come vino da dessert.

Aprilia

D.O.C, che riunisce alcune denominazioni che si specificano per i vitigni che le caratterizzano e che vengono prodotti nell’area vinicola di Aprilia, in provincia di Latina.

Merlot

Di colore granato; profumo vinoso, gusto pieno, equilibrato. Grad. 12°.
Vitigni: per un minimo del 95% Merlot e per il rimanente altri vitigni. Come servirlo: a 16-18 °C con pollame, carni bianche, risotti, formaggi. Stappare poco prima di mescere.

Sangiovese

Di colore rubino chiaro più o meno intenso; profumo vinoso, carat-teristico; gusto secco, equilibrato. Grad. 11,5°. Vitigni: per il 95% (mìnimo) Sangiovese e per il rimanente altri vitigni.
Come servirlo: giovane a 14 °C con antipasti di salumi, pollame, formaggi locali, minestre, risotti, abbacchio.

Trebbiano

Di colore paglierino lucente; profumo appena vinoso, caratteristico; gusto asciutto, delicato. Grad. 11°.
Vitigni: Trebbiano giallo e Trebbiano toscano per almeno il 95%; per il rimanente concorrono altri vitigni della zona. Come servirlo: a 10 °C con pesce, antipasti, zuppe di mare.

Cesanese del Piglio o Piglio

Di colore rubino con riflessi granati; profumo caratteristico; gusto morbido, appena amarognolo. “Secco”, “amabile” o “dolce”; anche “”Frizzante” o “Spumante naturale”. Grad. 12°. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Frosinone. Vitigni principali: Cesanese d’Affile e/o Cesanese comune per almeno il 90%.
Come servirlo: a 18-20 °C con arrosti, selvaggina e formaggi il tipo secco. Da dessert i tipi amabile e dolce.

Colli Albani

Di colore paglierino più o meno intenso; profumo vinoso, delicato più o meno aromatico; gusto morbido, fruttato. “Secco”, “amabile” o “dolce”; anche “Spumante”. Grad. 11°, se con grad. 11,5° il vino si fregia del titolo “Superiore”.
La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Roma. Vitigni: Malvasia bianca di Candia o Malvasia rossa fino al 60%, Trebbiano verde e giallo dal 25 al 50%, Malvasia del Lazio dal 15 al 40%, altri vitigni (Bunvino, Cacchione) per un massimo del 10%.
Come servirlo: a 10 “C con piatti a base di pesce, minestre asciutte, frittate, formaggi a pasta secca, panzanella.

Colli Lanuvini

Vino bianco di colore giallo paglierino più o meno carico; profumo delicato, vinoso; gusto sapido. “Secco” o “amabile”. Grad. 11,5°. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Roma. Vitigni: per un massimo del 70% Malvasia di Candia e Puntinata per un minimo del 30%
Trebbiano toscano, verde e giallo, per un massimo del 10% Bellone e Bunvino.
Come servirlo: vino da pronta beva: da servire a 10 “C con piatti di pesce, minestre, frittate.

Est! Est! Est! di Montefiascone

Vino bianco di colore paglierino brillante; profumo vinoso e aromatico; sapore sapido, armonico. “Secco”‘, “abboccato” o “amabile”; anche “Spumante”. Grad. 11°. La zona di produzione interessa, oltre al comune omonimo, alcuni comuni in provincia di Viterbo.
Vitigni: Trebbiano toscano per il 65%, Malvasia bianca toscana per il 20%, Rosso (Trebbiano giallo) per il 15%. Come servirlo: Vino da pronta beva, ben si sposa a 10 “C con piatti a base di pesce, ma anche con antipasti, minestre e carni bianche.

Frascati

Vino bianco di colore paglierino più o meno intenso; profumo delicato, caratteristico; gustofine, vellutato. In base al suo tenore zuccherino si distinguono i tipi: “secco (o asciutto)”, “amabile” e “cannellino (o dolce)”; ammesso anche il tipo “Spumante”. Grad. 11°, se con grad. 11,5° il vino può fregiarsi della qualifica “Superiore”. La zona di produzione interessa, oltre al comune di Frascati, altri comuni in provincia di Roma.
Vitigni: per un minimo del 70% Malvasia bianca di Gandia (Malvasia rossa) e Trebbiano toscano e fino al 30% Malvasia del Lazio (Punti-nata) e Greco (Trebbiano giallo); possono concorrere per un massimo del 10% Bellone e Bunvino. I tipi amabile e dolce si avvalgono del concorso di uve affette da muffa nobile.
Come servirlo: il secco è un vino da pronta beva che si serve a 10 °C accompagnandolo a pesce, lumache, rane; anche con gli antipasti. I tipi amabile e cannellino (dolce), vanno serviti con i dessert.

Marino

Vino bianco di colore paglierino; profumo vinoso, delicato, più o meno aromatico; sapore fruttato, morbido. “Secco”, “amabile” o “dolce”. Prevista la produzione del tipo “Spumante”. Grad. 11°. Se con grad. 11,5° il vino può fregiarsi del titolo “Superiore”.
La zona di produzione interessa oltre al comune omonimo, alcuni territori in provincia di Roma.
Vitigni: per un massimo del 60% Malvasia rossa (o Malvasia bianca di Candia), Trebbiano toscano, verde e giallo per il 25-55%, Malvasia del Lazio per il 15-45% e altri vitigni (Bunvino e Cacchione) per un massimo del 10%. Come servirlo; vino di pronta beva e da tutto pasto va consumato slmilmente al Frascati con lumache, rane, piatti di pesce, a 10 °C.

Montecompatri Colonna o Montecompatri o Colonna

Vino bianco di colore paglierino più o meno carico; profumo appena vinoso, delicato, piacevole; gusto caratteristico. “Secco”, “amabile” o “dolce”. Presente anche nel tipo “Frizzante” (“amabile” o “dolce”). Grad. 11°. Se con grad. 11,5° il vino può fregiarsi-della qualifica “Superiore”.
E’ prodotto in alcuni comuni in provincia di Roma.
Vitigni: per un massimo del 70% Malvasia bianca di Candia o Puntinata, per almeno il 30% Trebbiano toscano verde e giallo, per un massimo del 10% Bunvino e Bellone (eventualmente). Come servirlo: a 8-10 °C con antipasti e piatti di pesce.

Velletri

Bianco di colore paglierino lucente; profumo vinoso e delicato; gusto “secco”, “amabile” o “dolce”. Grad. 11° per il “Superiore secco”; ammesso anche lo “Spumante ” (“secco” o “amabile”).
L’areale interessa alcuni comuni in provincia di Roma e Latina. Vitigni: Malvasia bianca e Puntinata per un massimo del 70% e Trebbiano toscano verde e giallo per un minimo del 30%; possono concorrere per un massimo del 10% il Bellone e il Bunvino.

Rosso

di colore rubino brillante; profumo vinoso fruttato; sapore asciutto, armonioso e vellutato, appena tannico. “Secco” o “amabile”. Grad. 11,5° e 12,5° per il tipo “Riserva”, il quale deve essere invecchiato almeno 2 anni. Vitigni: Sangiovese per il 20-35%, Montepulciano per il 20-35%, Cesanese comune e/o Cesanese d’Affile per almeno il 20%, Bombino nero, Merlot e Ciliegiolo per un massimo del 10%. Come servirli: a 10 °C il bianco con porchetta, formaggi locali, piatti tipici. A 18 °C il rosso da tutto pasto. I tipi amabile e dolce con i dessert.