Vini d’Italia / Lombardia


Botticino

Vino rosso dal colore rubino intenso con riflessi granati. Il profumo è vinoso e s’affina con l’invecchiamento; il gusto è pieno, tannico. Grad.l2°.
La zona di produzione interessa alcuni comuni di provincia di Brescia, tra cui parte di Brescia stessa. Affinamento obbligatorio di 10 mesi. Vitigni: per il 30-40% Barbera, per il 20-30% Schiava Gentile, per il 15-25% Marzemino, per il 10-20% Sangiovese. Come servirlo: a 18 °C con stufati, pollame nobile, arrosti, salumi, formaggi piccanti. Stappare un paio d’ore prima di mescere.

Cellatica

Vino rosso, di colore rubino. L’odore è vinoso, caratteristico; il sapore asciutto, con retrogusto appena amarognolo. Grad. 11,5°. Il vino non può essere immesso al consumo prima del 31 agosto seguente alla vendemmia. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Brescia e parte di Brescia stessa. Vitigni: per il 35-45% Schiava Gentile (media o grigia), per il 25-30% Barbera, per il 20-30% Marzemino, per il 10-15% Incrocio Terzi n. 1. Come servirlo: a 18 “C con minestre asciutte, salumi, pollame nobile, stracotti, formaggi secchi o piccanti.

Colli Morenici Mantovani del Garda

Rosso, Rosato, Bianco. Il rosso e rosato hanno un colore che va dal rosato brillante al rubino chiaro; l’odore è piacevolmente vinoso; il sapore asciutto e armonico. Il bianco presenta un colore paglierino; il profumo è appena vinoso; il sapore asciutto con sentore appena amarognolo. Grad. 11° per tutti e tre. Per il rosato è prevista la qualifica “Chiaretto” a grad. 11,5%.
La zona di produzione interessa un’area della provincia di Mantova presso il lago di Carda. Vitigni: per rosso o rosato sono per il 20-50% Rondinella, per il 20-40% Merlot, per il 20-30% Molinara e per un massimo del 15% Negrara trentina e Sauvignon; per il bianco sono per il 20-40% Garganega, per il 20-30% Trebbiano giallo e toscano, per il 10-35% il Trebbiano di Soave e/o il Pinot bianco, per un massimo del 15% Riesling italico e la Malvasia di Candia.
Come servirli: a 14-16 °C il bianco da tutto pasto e con piatti a base di pesce.

Franciacorta

La denominazione riguarda le colline a sud del lago di Iseo, in provincia di Brescia, e origina varie denominazioni.

Bianco

Ha colore paglierino, profumo caratteristico, gusto secco. Grad. 11°. Vitigni: Pinot bianco e/o Chardonnay. Come servirlo: a 10 “C con antipasti magri e pesce.

Rosato Spumante

Ha colore rosato, profumo caratteristico, gusto secco e armonico. Grad. 11,5°. Consentita pure la qualifica “Rosé”. Vitigni: Pinot nero, obbligatoriamente, per il 15%, Pinot bianco e Chardonnay; ammessi pure Pinot grigio e Pinot nero per un massimo del 15%. Come servirlo: a 12-14 °C con carni bianche, salumi.

Rosso

Ha color porpora lucente, con riflessi granati in seguito all’invecchiamento; l’odore è appena vinoso, ma si fa più intenso con l’età; il gusto è asciutto, armonico, di medio corpo. Grad. 11 °.
Vitigni: per il 40-50% Cabernet franc, per il 20-30% Barbera, per il 15-25% Nebbiolo, per il 10-15% Merlot.
Come servirlo: a 18 °C con salumi, pollame, minestre asciutte.

Spumante

Ha colore paglierino tenue, quasi verdolino; il profumo è caratteristico, il gusto sapido, fresco, armonico. Grad. 11,5°. Vitigni: Pinot bianco e il Chardonnay; consentita la presenza, per un massimo del 15% di Pinot grigio e Pinot nero. Come servirlo: vino eccellente si serve a 8-10 °C – particolarmente indicato con antipasti magri e pesce. Anche da aperitivo.

Lugana

Vino bianco, di colore paglierino scarico; il profumo delicato e caratteristico; sapore asciutto e fresco. Grad. 11,5°. Previsto anche il tipo “Spumante” (12*). La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Brescia a sud del lago di Carda e il comune di Peschiera in provincia di Verona. Vitigni: per un minimo del 90% Trebbiano di Lugana e per il rimanente 10% vitigni locali.
Come servirlo: vino eccellente, si serve a 10 °C con pesce, antipasti leggeri, o come aperitivo.

Novello

Scheda tecnica Vino Novello Bresciano :Vitigni: Barbera, Marzemino, Sangiovese e Schiava gentile.
Descrizione Vino: il colore è rosso rubino, il profumo è fruttato e floreale, al gusto è rotondo, morbido ed armonico.
Gradazione: 11,5 % vol. Temperatura di consumo: 16-18° C.
Abbinamento: ottimo con castagne, formaggio grana e per accompagnare il classico spiedo bresciano.

Oltrepò pavese

Vini prodotti da diversi vitigni, ottenuti sulle colline di una particolare area in provincia di Pavia.

Rosso

Ha colore rubino intenso, profumo -vinoso, sapore asciutto, di corpo, appena tannico. Grad. 11,5°. Se il vino è invecchiato 2 anni e presenta una grad. 12°, si fregia della denominazione “Riserva”. Vitigni: per un massimo del 65% Barbera, per un minimo del 25% Creatina, Uva Rara e/o Ughetta (Vespolina) fino al 45%.
Come servirlo: il rosso a 18 °C con salumi, arrosti, cacciagione, funghi. La riserva con arrosti.

Rosato

Ha colore rosato, profumo appena vinoso, caratteristico; gusto secco. Grad. 10,5°.

Buttafuoco

Presenta un colore rubino carico, profumo vinoso con sentore di violetta e fragola, gusto sapido, schiuma vivace, frizzante. Grad. 12°. Come servirlo: a 18 “C con ravioli, salumi, arrosti di carne.
Sangue di Giuda
Ha colore violaceo, odore di mandorla, gusto armonioso, abboccato, talvolta quasi dolce. Presenta spuma rossa abbondante e vivace. Grad. 12°. Per questi ultimi tre vini menzionati i vitigni sono i medesimi del rosso. Come servirlo: a 16-18 °C con i dessert.

Barbera

Ha colore rubino brillante, odore vinoso, caratteristico; gusto secco e sapido appena acidulo. Grad. 11,5°.
Vitigni: per un minimo del 90% Barbera e per un massimo del 10% l’Uva Rara e la Creatina. Come servirlo: a 18 °C, stappare la bottiglia un paio d’ore prima di mescere. Si accompagna con arrosti, brasati, cacciagione, bolliti misti.

Bonarda

Ha colore rubino con gradazioni più o meno intense. Il profumo è intenso, ampio, con sentore di fragola; il gusto morbido, pieno, con retrogusto mandorlato. Grad. 11°.
Vitigni: per almeno il 90% Creatina (localmente Bonarda), per un massimo del 10% Barbera e Uva Rara. Come servirlo: a 16-18 °C con arrosti di maiale, brasati, pollame.

Riesling italico

Ha colore paglierino chiaro, verdolino; gusto caratteristico, piacevole, secco, talvolta frizzante. Grad. 10,5°. Prodotto anche nel tipo “Spumante”.
Come servirlo: a 10 °C con piatti a base di pesce.

Riesling renano

Presenta caratteristiche simili all’Oltrepò Pavese-Riesling italico. Grad. 11°. Prodotto anche nel tipo “Spumante”.

Cortese

Ha colore paglierino chiaro; profumo vinoso, delicato,, caratteristico; il gusto asciutto, morbido. Grad. 10,5°. Prodotto anche come nel tipo “Spumante”. Vitigno: Cortese.
Come servirlo: a 10 °C con pesce, frittate, lumache, rane.

Moscato

Ha colore giallo-paglierino; profumo aromatico, caratteristico, sapore dolce. Grad. 10°. Prodotto anche nel tipo “Spumante”. Vitigni: Moscato bianco e Malvasia di Candia. Come servirlo: a 8-10 °C con i dessert.

Moscato liquoroso

.Ha colore dorato, appena ambrato, profumo intenso, gusto dolce e vellutato. Grad. 15°. Prodotto anche nei tipi: “Dolce naturale” e “Secco” o “Dry”. Vitigni: i medesimi del Moscato.
Come servirlo: con i dessert.

Pinot nero

Presente nei tipi “Rosso”, “Rosato” e “Bianco”. Il rosso presenta colore rubino, odore caratteristico, sapore asciutto. Il rosato ha colore lucente, profumo caratteristico, sapore secco. Il bianco ha colore giallo paglierino con riflessi verdolini, profumo caratteristico, sapore secco. Per tutti e tre i tipi grad. 10,5°. Ammesso anche il tipo “Spumante” con grad. 11,5°; anche “Frizzante”.
Vitigni: Pinot grigio e Pinot nero per i tipi rosso e rosato; Pinot bianco per il tipo bianco – per quest’ultimo è ammessa la vinificazione in bianco di Pinot nero e di Pinot grigio – Pinot nero, Pinot grigio, Pinot bianco, Riesling renano e Riesling italico – per il Pinot nero “Spumante”. Come servirli: a 16-18 “C il tipo rosso, con pollame, ravioli, piatti tipici. A 16 °C il tipo rosato con salumi, formaggi freschi, minestre in brodo. A 10 °C il tipo bianco con pesce, uova, Crostacei, anche da aperitivo. A 6-8 °C il tipo spumante da dessert.

Pinot grigio

Vino dal colore paglierino più o meno intenso, ha profumo caratteristico, fruttato; gusto secco, fresco. Grad. 10,5°. Anche “Spumante” e “Frizzante”. Vitigni: Pinot grigio, Pinot nero, Pinot bianco, Riesling italico e Riesling renano. Come servirlo: a 10 °C con il pesce.

Riviera del Garda bresciano o Garda bresciano

Comprende alcuni vini prodotti sulle colline bresciane che guardano la sponda occidentale del lago di Carda.

Rosso

Ha colore rubino brillante, profumo vinoso, sapore asciutto e sapido. Grad. 11°. Se invecchiato almeno 1 anno e con grad. 12° merita la qualifica di “Superiore”. Ammessa anche la qualifica “Novello”.
Vitigni: i medesimi del tipo Chiaretto, cioè Groppello per il 30-60%, Sangiovese per il 10-25%, Barbera per il 10-20%, Berzemino (MarzeminoX per il 5-15%, Trebbiano, Nebbiolo, Schiava, Cabernet frane e altri vitigni per un massimo del 10%. Come servirlo: il tipo rosso a 16-18 °C da tutto pasto; il tipo superiore con stracotti, salumi, arrosti di carne.

Chiaretto

Ha colore rosato ciliegiolo con riflessi rubini, il gusto piacevolmente amarognolo di mandorla. Grad. 11,5°. Come servirlo: a 16 °C con minestre, pesce di lago, arrosti di carni bianche. Anche da tutto pasto.

San Martino della Battaglia

Vino bianco, presenta un colore citrino; l’odore è caratteristico; il gusto secco, caratteristico. Grad. 12°.
Prodotto anche nel tipo “Liquoroso”. La zona di produzione interessa alcuni comuni in provincia di Brescia ed un comune in provincia di Verona. Vitigno: Tocai friulano. Come servirlo: a 10-12 °C con piatti a base di pesce. Il tipo liquoroso da dessert.

Valtellina

Vino prodotto in Valtellina, in provincia di Sondrio, e comprende le seguenti denominazioni:

Valtellina

Vino rosso di colore vivo, profumo persistente e caratteristico, gusto secco, appena tannico. Grad. 11°. Invecchiamento obbligatorio 1 anno. Il Valtellina ottenuto da uve leggermente appassite e con grad. 14,5° merita l’appellativo di “Sfursat”. Esso presenta un colore rubino con riflessi aranciati, profumo pieno ed etereo, gusto vellutato, caratteristico. Vitigni: per un minimo del 70% Chiavennasca (Nebbiolo) e per il rimanente Pinot nero, Merlot, Rossola nera, Pignola valtellinese e Brugnola.
Come servirli: il Valtellina a 18-20 °C con carni rosse, piatti tipici, pizzoccheri e cacciagione. Il Valtellina sfursat è vino da invecchiamento, la cui bottiglia deve essere stappata qualche ora prima di mescere; è eccellente con lepre in salmi, pollame nobile, formaggi locali stagionati. Anche da fuori pasto.

Valtellina superiore

Ha colore rosso rubino con riflessi granati; profumo caratteristico e persistente che s’affina con l’invecchiamento; il gusto asciutto, caratteristico, appena tannico. Grad. 12°. Il vino deve sopportare un invecchiamento obbligatorio di 2 anni; se invecchiato 4 anni il vino può fregiarsi della qualifica “Riserva”. Vitigni: per un minimo del 95% Chiavennasca e per un massimo del 5% Pinot nero, Merlot, Rossola nera, Pignola valtellinese e Brugnola. A seconda delle sottozone geografiche di produzione, il Valtellina Superiore può portare le sottodenominazioni: Sassella, Grumello, Inferno, Valgella. Come servirlo: a 20 “C stappando la bottiglia qualche ora prima di mescere. Eccellente con bresaola, arrosti di carni rosse e selvaggina, formaggi locali, salumi, pizzoccheri.