Lo spettacolo dei ciliegi in fiore di Marostica


I Baby camperisti I Veneto

Lo spettacolo dei ciliegi in fiore di Marostica

Con i bambini su e giù per colline e castelli lungo un itinerario in provincia di Vicenza all’insegna della natura e della storia, in un paese costellato d alberi che in primavera si vestono di bianco e rosa

Da mensile  CAMPER LIFE -« testo e foto di Stefania Pasquali – www.venetoforkids.it

Marostica è una bellissima cit­tadina in provincia di Vicenza, conosciuta ai più per tre caratteristiche principali: il castello, una leggendaria partita a scacchi con per­sonaggi viventi e le ciliegie. Non molti sono a conoscenza del fatto, però, che le colline intorno a Marostica offro­no tantissime possibilità per alcune passeggiate semplici da fare insieme ai nostri bambini. In modo particolare, nel periodo dell’anno che coincide con l’inizio della primavera si può assistere ad uno spettacolo straordinario: la fiori­tura dei ciliegi. Oggi vi portiamo lungo un percorso davvero suggestivo e alla portata di tutti, perfetto da fare insie­me ai nostri bambini: l’itinerario n.36 meglio conosciuto come “Le colline di San Benedetto”.

  • IL PERCORSO

Partendo dal centro storico di Marostica, si esce per la porta Bassanese e si svolta subito a sinistra a costeggia­re esternamente le mura. È una pas­seggiata nella storia, dove potrete ammirare il bellissimo borgo medio­evale con i suoi palazzi e le sue vie. Attraversata la trafficata strada della Valle San Floriano, si percorre via Ponte Quarello. Superato il ponte e una strettoia tra le case, troverete un cartello che indica il sentiero che punta dritto alla salita sul colle. Impossibile dunque sbagliare. La passeggiata è molto semplice e assolutamente priva di pericoli.

Solo la prima parte della salita, dove si prende quota, è un po’ più impegnativa. Il sentiero prosegue poi molto dolcemente e segue le ondulature della morfologia collinare. L’intero percorso è di circa 10 km e permette di raggiungere la Chiesa di Sant’Agata, una stupenda chiesetta immersa nelle colline. Essendo un vero e proprio sentiero, non ci sono aree attrezzate lungo il percorso, dunque è necessario avere tutto ciò che vi serve a portata di zaino. Sarà bellissimo scegliere un posticino tranquillo sui prati per il vostro pic-nic, che saprà regalare scorci indimenticabili a prescindere dai ciliegi in fiore. 

Qui infatti tutto il panorama è splendido: dalle coltiva­zioni di viti e di ulivi, alla vista privile­giata del famoso Castello Superiore di Marostica. Nonostante l’altitudine non sia particolarmente elevata, è possibile avere una visione d’insieme della pianura con i suoi fiumi e i suoi paesi. Lungo il percorso non manca­no le attrattive per i bambini: anima­li da fattoria, mucche e asini, fiori dai colori sgargianti e rocce su cui è bello immaginarsi scalatori per un giorno. Insomma, divertimento garantito!

Una curiosità

È possibile acquistare una speciale guida di Marostica studiata appositamente per i bambini. Okki e Skarabocchio, i due personaggi del libro, porteranno i piccoli esploratori alla scoperta dei segreti della città murata attraverso giochi e simboli misteriosi, come ad esempio la leggen­da del coccodrillo. Un volumetto che rende la visita ancora più coinvolgente e un bellissimo ricordo da conservare. La guida è disponibile presso l’Hotel Due Mori, Corso Giuseppe Mazzini 73/75 (proprio in centro storico).

CONOSCIAMO LA CITTÀ

Marostica è una cittadina interes­sante, con i suoi due castelli, le sue ventiquattro torri e le enormi mura perimetrali. È indissolubilmente legata a una leggendaria partita a scacchi. La storia racconta che Taddeo Parisio, il governatore della città, aveva messo in palio la mano di sua figlia Lionora in un modo alquanto bizzarro. Aveva infatti invi­tato i due contendenti della fanciulla a sfidarsi in una partita a scacchi per evitare che i due si sfidassero a duello. Non solo chiese loro di giocare questa partita ma fece disegnare una scacchiera gigante (ancora oggi visibile) nella piazza principale e volle avere uomini in carne ed ossa al posto delle pedi­ne. Ogni due anni, a settembre, è ancora possibile partecipare a una bellissima rievocazione di questo evento suggestivo! •

APPUNTI DI VIAGGIO

PER ARRIVARE

Marostica è facilmente raggiungibile attraverso l’autostrada A31 Valdastico in direzione Piovene Rocchette. Uscite a Dueville e seguite poi la SS 248 Marosticana-Schiavonesca in direzione Marostica.

PER LA SOSTA

Area sosta a Marostica in via Rimembranze, con piazzola di carico e scarico per camper subito all’ingresso sulla sinistra, gli stalli sono in condivisione con le auto. GPS: N 45° 44′ 38.8″ E11 ° 39′ 10.98″. Agricamp Conca d’Oro. Se siete amanti della natura e ricercate qualcosa di suggestivo, quest’area sosta alle porte di Bassano del Grappa (a pochi km da Marostica) fa proprio al caso vostro. Fa parte del circuito Agricamp ed è immersa nel verde dei sette ettari che comprendono il cascinale della struttura Conca d’Oro, le serre e le sue colture. Sono a disposizione 10 piazzole attrezzate con elettricità, acqua e servizi igienici. Il prezzo per la sosta è di 10€ per piazzola; in aggiunta 2€ per l’elettricità e 2€ per le docce. GPS: N 45°47′ 20.4″ E 11° 43’41.159″, via San Sortolo 10,36020 Pove del Grappa.

INFORMAZIONI UTILI

L’itinerario n.36 non è adatto ai passeggini, principalmente per il tratto iniziale un po’ impervio a causa dei sassi. Consigliato invece lo zaino porta-bimbi o la fascia.Tra l’andata e il ritorno occorrono almeno tre ore e si supera un dislivello di 300 metri per una decina di chilometri di lunghezza. Ciò non toglie che si possa percorrere anche solo una parte del percorso in base alle proprie capacità e allenamento.

La partita a scacchi con personaggi viventi si gioca a Marostica il secondo weekend di settembre, solo negli anni pari. Il Castello Inferiore è aperto tutti i giorni e offre possibilità di visite guidate animate e laboratori didattici. Per informazioni e prenota­zioni: tel. ‘0 4 2 4 / ’72 127-www.marosticascacchi.it.

Il Castello Superiore può essere raggiunto a piedi percorrendo il Sentiero dei Carmini (anche qui zaino porta-bimbi o fascia, no passeggino). Altrimenti in auto seguendo la strada che parte da Porta Breganzina. Assolutamente sconsigliato in camper perché non c’è possibilità di manovra una volta raggiunta la cima.

PLAYGROUD AROUND THE CORNER: I MIGLIORI PARCHI GIOCHI IN UNA APP

li parco giochi dietro l’angolo è una soluzione economica per far giocare i bambini all’aperto in città o in vacanza. Questa è stata l’intuizione dell’ideatrice del progetto, la mamma blogger Mary Franzoni, che è riuscita a dare una risposta a una reale necessità delle famiglie viaggiatrici, ovvero quella di trovare un parco giochi! Quante volte infatti, viaggiando, avete cercato il posto ideale per far giocare e divertire i vostri bambini all’aria aperta? Se ci pensate bene, però, musei, piazze e monumenti sono segnalati nelle cartine e nelle guide di viaggio ma i parco giochi proprio no! “Playground around thè corner” è l’app che vi permette di trovare e segnalare tutti i parchi giochi presenti in Italia e non solo. La nuovissima applicazione è disponibile sia per Android che IOS e potete scaricarla gratuitamente su Google Play e su App Store.

Selezionando la città o l’area dì vostro interesse, potrete individuare sulla cartina tutti i parchi giochi che sono già stati mappati con tanto di foto e descrizione. In più potete segnalare e commentare anche voi il vostro parco giochi dietro l’angolo. “Play¬ground around thè corner” è anche un blog dove poter leggere e trovare informazioni sui migliori parchi giochi in Italia e nel mondo. Info: playgroundaroundthe-corner.com

Follow me!

avatar
  Subscribe  
Notificami